Related Posts WordPress: I migliori plugin per articoli correlati su WordPress

5
(2)

Chi conosce le basi della SEO, sa benissimo che linkare i contenuti interni che trattano di temi correlati, aumentano l’autorevolezza della pagina che riceve un link.

A volte diventa molto faticoso gestire i link interni in manuale, poichè quando il numero degli articoli aumenta, diventa difficile andare a modificare articoli passati per linkare i nuovi post correlati. Diventa davvero un’altra attività che porterebbe via diverso tempo.

Per ovviare a questo problema, per WordPress esistono diversi plugin che in maniera automatica riescono a gestire e linkare tutti gli articoli correlati di un sito. Questo articolo nasce per condividere quali sono i migliori plugin gratuiti per la link interna degli articoli correlati.

I vantaggi degli articoli correlati

Ormai chiunque dovrebbe installare un plugin che mostra i post correlati sul proprio sito, cosi come già si fa il plugin del form dei contatti o per la seo del proprio sito. Avere dei post correlati può portare solamente dei vantaggi ad un articolo.

Vediamoli nel dettaglio:

  1. Offrire all’utente un box con degli approfondimenti dell’argomento che sta leggendo migliora sicuramente l’esperienza utente.
  2. Di conseguenza la durata media della visita aumenta se un utente visita anche un articolo correlato. Quindi aumentano anche le pagine viste per ogni utente e la frequenza di rimbalzo tende ad abbassarsi. Questi sono tutti dei parametri che avvantaggiano il sito agli occhi del motore di ricerca.
  3. Altro aspetto da considerare è certamente il lato SEO: linkare delle pagine interne che riguardano lo stesso argomento aumenta il trust degli articoli linkati che tendono a migliorare il proprio posizionamento su Google.

Vediamo quindi quali sono i migliori plugin di related content gratuiti.

1. Contextual Related Posts

Uno dei migliori plugin per la gestione automatica dei post correlati è Contextual Related Posts.

Le funzionalità di questo plugin sono davvero tante, una di quelle più utili è il poter impostare un determinato lasso di tempo di pubblicazione dei post entro il quale pescare gli articoli correlati da mostrare. Questo servirà per non mostrare articoli correlati troppo vecchi e non più utili agli utenti.

E’ possibile inoltre scegliere il numero di post da inserire nei related post, le tipologie di custom type post, impostare la tipologia di correlazione (se mostrare gli articoli della stessa categoria o stesso tag) e dove mostrare il box dei related post (ad esempio dopo il primo paragrafo).

Contextual Related Posts offre anche diversi layout. E’ possibile personalizzare il codice HTML di output e scegliere tra le varie opzioni di miniatura disponibili. L’output generato dai post contestuali correlati dalle impostazioni di default è ottimo, tuttavia la possibilità di personalizzarlo rende questo plugin uno dei più completi.

2. Related Posts for WordPress

Un altro plugin gratuito è Related Posts for WordPress. E’ davvero un plugin interessante poichè crea in automatico dei post correlati per tutti gli articoli pubblicati in WordPress. Infatti tramite il ‘wizard’ di installazione è possibile collegare in maniera automatica tutti quegli articoli che sono correlati.

In pratica, dopo aver installato il plugin, si accede ad una procedura guidata che analizza tutti i post pubblicati e li collega tra loro in base a delle regole di correlazione intrinseche nel plugin. Ciò significa che si può installare Related Posts for WordPress anche su siti che hanno migliaia di post, creando velocemente i correlati in modo del tutto automatico ed estremamente veloce.

Chiaramente dopo il completamento del wizard di installazione sarà possibile modificare gli articoli correlati, cancellandone o aggiungendone a proprio piacimento, all’interno di ogni articolo.

Related Posts for WordPress ha anche una versione premium a pagamento, con funzionalità aggiuntive come la possibilità di scegliere tra più template o creare post correlati anche tra articoli di custom post type diversi.

3. Related Posts Thumbnails Plugin for WordPress

Un ulteriore ottimo plugin per l’aggiunta automatica degli articoli correlati è quello sviluppato dal team di WPBrigade.

Una volta installato, è possibile personalizzare le dimensioni delle miniature delle immagini che saranno mostrate, lo stile dei testi ed il tipo di relazione per la scelta degli articoli correlati.

Nel dettaglio, la scelta dell’immagine di anteprima viene fatta in automatico dal plugin: se l’articolo ha una immagine in evidenza viene scelta quella, in alternativa viene selezionata la prima immagine dell’articolo.

Inoltre nei settaggi è possibile specificare il numero di post correlati da visualizzare, le categorie da includere, il titolo, lo stile e l’URL dell’immagine di default in caso nessuna immagine fosse recuperabile nell’articolo.

È possibile selezionare il tipo di relazione da considerare per la scelta dei post correlati: categorie, tag, categorie e tag, altre tassonomie o random. Si può anche specificare in quali tipologie di post si vuole mostrare gli articoli correlati di questo plugin (se solo in pagine, articoli o altro). Tramite questa impostazione la logica del plugin aggiunge il box dei correlati a fine articolo, se lo si volesse in altra posizione è possibile aggiungere la relativa funzione (get_related_posts_thumbnails) all’interno del proprio template.

4. Yet Another Related Posts Plugin

Uno dei plugin per articoli correlati più installati su WordPress. Offre la possibilità di mostrare i related post in due vesti grafiche: un’anteprima delle minitature oppure una semplice lista dei correlati.

E’ un ottimo plugin poichè è del tutto gratuito ma permette di avere delle funzionalità elevate come la possibilità di inserire automaticamente il box dei correlati anche su differenti custom post type.

Per la scelta degli articoli correlati da mostrare, YARPP ha un algoritmo avanzato, versatile e personalizzabile: considera titoli, contenuti, tag, categorie e tassonomie custom. E’ davvero uno dei migliori plugin per mostrare dei link di approfondimento nei propri articoli.

5. Inline Related Posts

Altra variante dei plugin che mostrano i post correlati è Inline Related Posts. La peculiarità di questo addon è che aggiunge in maniera automatica i post correlati all’interno del contenuto di un articolo e non alla fine.

E’ evidente che più un link è in alto, più c’è la probabilità che esso venga cliccato da un utente. In questa maniera con Inline Related Posts si hanno più possibilità di aumentare il numero di click sugli articoli correlati che vengono mostrati, con conseguente aumento della durata dell’utente e quindi le pagine viste del sito.

La versione premium di questo plugin offre la possibilità di scegliere tra più template di box nel quale vengono mostrati gli articoli correlati all’interno del testo.

Conclusione

Aggiungere una serie di articoli correlati su WordPress ha moltissimi vantaggi. Sopratutto a livello SEO, perché ti crea dei link interni e tiene i tuoi visitatori più tempo sul sito, cose che vengono prese in considerazione dai motori di ricerca come Google e Bing.

Vedi tu se pensi che ne valga la pensa di aggiungere un plugin per articoli correlati io l’ho aggiunto e sta gia lavorando per me linkando articoli correlati su tutti gli articoli del blog.

Ecco altri contenuti dal nostro sito che potrebbero piacerti:

WordPress Membership – I migliori plugin membership per WordPress

Plugin Popup WordPress: I 7 Migliori plugin popup per WordPress

WordPress Booking – I 6 migliori plugin per prenotazioni su WordPress

Calendario WordPress – I 6 migliori plugin calendario WordPress

WordPress Directory – I 5 migliori plugin per directory su WordPress

WordPress Social Media: I migliori plugin social media per WordPress

Se hai domande fammelo sapere nei commenti qui sotto.

Hai trovato utile questo articolo?

Fallo sapere a tutti a quanti lasciando una tua valutazione (da 1 a 5 stele) qui sotto. A te non costa nulla, ma per me significa tantissimo, sopratutto se il tuo sarà un voto a 5 stele.

Media Voto 5 / 5. Votanti totali 2

Mi dispiace che questo articolo non ti e stato utile

Aiutami a migliorare

Hai qualche domande o qualcosa da aggiungere? Fammelo sapere con un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Su questo sito usiamo i cookie. Tracciamo in maniera del tutto anonima le azioni dei nostri utenti. Visita il Centro Privacy per ulteriori informazioni o Impostazioni Privacy per modificare le tue preferenze.

Privacy Settings saved!
Impostazioni Privacy

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito abbiamo bisogno che accetti l'uso dei seguenti cookie tecnici:
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • wp-settings-time-2
  • wp-settings-2
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Usiamo WooCommerce come sistema di acquisto. Per il carrello e l'elaborazione degli ordini verranno memorizzati 2 cookies. Questi cookie sono strettamente necessari e non possono essere disattivati.
  • woocommerce_cart_hash
  • woocommerce_items_in_cart

Monitoriamo in maniera del tutto anonima i visitatori di questo sito con lo scopo di avere un resoconto sul nostro lavoro e per migliorare sia il nostro sito sia il nostro servizio.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Torna su

Condividi con un amico