Come creare, gestire e modificare blocchi riutilizzabili in WordPress

Il nuovo editor di blocchi Gutenberg ha introdotto finalmente i blocchi riutilizzabili in WordPress.

Con i blocchi riutilizzabili, è possibile salvare un blocco di contenuto e utilizzarlo su altre pagine del sito Web. 

In questo articolo, ti mostrerò come creare blocchi riutilizzabili nell'editor di Gutenberg. Vedremo anche come aggiungere i blocchi di contenuto riutilizzabili salvati ad altri post sul tuo sito Web. 

E infine, impareremo come gestire i blocchi e come importare o esportare blocchi di contenuto. 

Quindi iniziamo. 

Cosa sono i blocchi riutilizzabili in WordPress?

Un blocco riutilizzabile è un blocco di contenuto che può essere salvato per essere utilizzato in seguito. 

I blocchi riutilizzabili sono stati introdotti nel nuovo editor di blocchi di WordPress chiamato Gutenberg . Prima di Gutenberg, WordPress non aveva questa funzionalità che ti consentiva di salvare parti dei tuoi contenuti. 

Ma con Gutenberg e i suoi blocchi, questo è diventato possibile ed è utile in molti modi. 

Ora, invece di copiare e incollare uno snippet di contenuto che desideri riutilizzare, puoi semplicemente salvare il blocco di contenuto e aggiungerlo ad altri post con un semplice clic. 

Se ti stai chiedendo come puoi utilizzare i blocchi riutilizzabili, fammi condividere alcuni modi per utilizzare in modo efficace i blocchi di contenuto riutilizzabili. 

  • Aggiunta di banner pubblicitari nei post e nelle pagine di WordPress. 
  • Inserimento rapido di pulsanti o sezioni di invito all'azione nei post. 
  • L'aggiunta dei tasti social alla fine dei tuoi post. 
  • Aggiunta di moduli e tabelle predefinite nel contenuto. 

Ci sono molti altri modi in cui puoi usare i blocchi riutilizzabili in Gutenberg. 

Detto questo, lascia che ti mostri come creare blocchi riutilizzabili nell'editor di blocchi di WordPress. 

Come creare un blocco riutilizzabile

La creazione di un blocco riutilizzabile in Gutenberg è molto semplice. Se non hai familiarità con Gutenberg, il contenuto di questo nuovo editor è sotto forma di blocchi. 

Tutti i blocchi di contenuto possono essere salvati singolarmente come blocchi riutilizzabili. 

Per creare un blocco riutilizzabile, crea o modifica un post e inserisci un blocco facendo clic sull'icona Aggiungi nuovo blocco. 

Creerò un blocco di invito all'azione per questo articolo. Una volta aggiunto il blocco di contenuti, aggiungi il contenuto al blocco e modellalo nel modo desiderato. 

blocchi riutilizzabili in WordPress

Ora, fai clic sul menu a tre pulsanti nella barra degli strumenti dei blocchi e seleziona “Aggiungi ai blocchi riutilizzabili”. 

Come creare, gestire e modificare blocchi riutilizzabili in WordPress

Immettere un nome per il blocco riutilizzabile. Scegli un nome che semplifichi l'identificazione del blocco e il suo utilizzo. 

Come creare, gestire e modificare blocchi riutilizzabili in WordPress

Fare clic sul pulsante Salva e verrà creato il blocco riutilizzabile. 

È così semplice e veloce creare blocchi riutilizzabili in WordPress. 

Come aggiungere un blocco riutilizzabile in altri post di WordPress

Quindi, hai creato il tuo primo blocco riutilizzabile in Gutenberg. Ora, come si aggiunge questo blocco salvato agli altri post in WordPress? 

L'aggiunta di un blocco riutilizzabile salvato ai tuoi post è anche un processo molto semplice. Diamo un'occhiata a questo. 

Innanzitutto, crea un nuovo post o modifica il post in cui desideri aggiungere il blocco salvato di recente. 

Nell'editor dei post, fai clic su Aggiungi nuovo blocco e troverai una nuova scheda denominata “Blocco riutilizzabile”. Questa scheda viene creata automaticamente dopo aver salvato i blocchi di contenuto. 

Come creare, gestire e modificare blocchi riutilizzabili in WordPress

Sotto questa scheda troverai il tuo blocco salvato. In alternativa, puoi anche trovare il tuo blocco salvato semplicemente cercandolo. 

Come creare, gestire e modificare blocchi riutilizzabili in WordPress

Passare il mouse sul blocco salvato ti mostrerà un'anteprima di ciò che è il blocco. Fai clic sul blocco per inserirlo nel tuo post. 

Come creare, gestire e modificare blocchi riutilizzabili in WordPress

Questo è tutto. Hai appena aggiunto un blocco riutilizzabile negli altri tuoi post di WordPress. 

Ora diamo un'occhiata a come modificare e aggiornare questi blocchi riutilizzabili salvati. 

Come modificare e aggiornare il blocco riutilizzabile

Dopo aver aggiunto il blocco salvato a un altro post, puoi anche modificare il blocco riutilizzabile. 

Ma ricorda che la modifica di un blocco riutilizzabile lo cambierà in tutte le posizioni in cui è stato aggiunto. 

Tuttavia, se si desidera modificare un blocco riutilizzabile per un post, è possibile convertirlo in un blocco normale. 

Per fare ciò, fai clic sul menu a tre punti nella barra degli strumenti e seleziona l'opzione “Converti in blocco normale”. Questo convertirà il blocco riutilizzabile in un blocco normale solo per quel post. 

Come creare, gestire e modificare blocchi riutilizzabili in WordPress

È quindi possibile modificare questo blocco senza influire sul blocco riutilizzabile originale e sulle altre posizioni in cui viene utilizzato. 

Come gestire tutti i blocchi riutilizzabili

Una volta che ti sarai abituato all'idea dei blocchi riutilizzabili, salverai i blocchi per evitare di creare ripetutamente gli stessi blocchi. 

Nel tempo, ci saranno blocchi che non vuoi più utilizzare o blocchi che devono essere aggiornati o rinominati. 

La gestione di tutti i blocchi salvati può essere eseguita nell'editor Gutenberg. Per gestire i tuoi blocchi, fai clic sull'icona Aggiungi nuovo blocco e nella scheda Blocchi riutilizzabili troverai il link “Gestisci tutti i blocchi riutilizzabili”. 

Come creare, gestire e modificare blocchi riutilizzabili in WordPress

Fai clic sul collegamento e ti porterà a una pagina in cui puoi vedere tutti i blocchi salvati. Da questa pagina è possibile modificare, eliminare, rinominare, importare ed esportare tutti i blocchi riutilizzabili. 

Come creare, gestire e modificare blocchi riutilizzabili in WordPress

Come esportare / importare blocchi riutilizzabili

Il nuovo editor di blocchi di WordPress consente inoltre di esportare e importare blocchi riutilizzabili. Ciò consente di esportare i blocchi salvati per l'uso su altri siti Web o viceversa. 

È possibile esportare / importare blocchi salvati dalla pagina dei blocchi riutilizzabili. In questa pagina, è possibile importare un blocco facendo clic sul pulsante “Importa da JSON”. 

Come creare, gestire e modificare blocchi riutilizzabili in WordPress

Allo stesso modo, per esportare un blocco, fai clic sul link “Esporta come JSON” sotto il rispettivo blocco. 

Conclusione 

L'uso di blocchi riutilizzabili è molto semplice in Gutenberg e, una volta abituati, ne trarrai il massimo vantaggio. 

Spero che questo articolo ti abbia aiutato a saperne di più sui blocchi riutilizzabili e su come usarlo. Se hai domande o dubbi in merito ai blocchi riutilizzabili, sentiti libero di chiedere nella sezione commenti qui sotto. 

Default image
Madalin
Ciao, sono Madalin e sono la persona dietro a tuttowp.it. Ho scoperto WordPress circa 10 anni fa e da quel momento non l'ho più abbandonato. Sul blog di tuttowp.it andrò a parlare di moltissimi argomenti che riguardano WordPress.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.