Come risolvere l’errore 403 accesso negato in WordPress?

Stai riscontrando l’errore 403 accesso negato sul tuo sito WordPress? È uno degli errori più terribili che un principiante di WordPress può incontrare. In questo articolo, ti mostrerò come risolvere facilmente questo errore 403 in WordPress.

1. Che cos’è un errore 403 accesso negato in WordPress?

WordPress mostra codici e messaggi quando si verifica un errore sul tuo sito. 

Il codice di errore 403 accesso negato viene visualizzato quando le autorizzazioni del server non consentono l’accesso a una pagina specifica.

Ci sono diversi scenari in cui puoi vedere questo errore. Per esempio:

  • 403 Accesso Negato – su wp-admin o sulla pagina di accesso di WordPress .
  • 403 Accesso Negato – durante l’ installazione di WordPress .
  • 403 Accesso Negato – quando visiti una qualsiasi pagina del tuo sito WordPress.
  • È anche possibile che venga visualizzato solo “Accesso Negato” anziché l’errore completo, cioè 403 Accesso Negato
  • Potresti anche vedere “L’accesso a iltuodominio.it è stato negato. Non hai l’autorizzazione per visualizzare questa pagina. ‘

Ora che conosci i diversi tipi di errori 403, parliamo di cosa causa questo errore.

2. Quali sono le cause dell’errore 403 in WordPress?

La causa più comune dell’errore 403 Accesso Negato in WordPress è dovuta a plugin di sicurezza configurati in modo non corretto. Molti plugin per la sicurezza di WordPress possono bloccare un indirizzo IP (o un’intera gamma di indirizzi IP) se ritengono che la cosa sia giusta.

Questo è il motivo per cui utilizziamo Wordfence per migliorare la sicurezza di WordPress e di tutti i nostri siti e quelli dei nostri clienti.

Un’altra possibile causa potrebbe essere un file .htaccess corrotto o permessi di file errati sul tuo server.

La tua compagnia di hosting WordPress a volte può apportare modifiche accidentali alle impostazioni del server. Ciò potrebbe comportare l’errore 403 Accesso Negato sul tuo sito.

Detto questo, diamo un’occhiata a come risolvere questo errore 403 in WordPress.

3. Come risolvere l’errore 403 Accesso Negato in WordPress?

Prima di fare qualsiasi cosa, ti consigliamo di creare un backup WordPress completo con tutti i componenti del tuo sito (file + base di dati). 

Se stai già utilizzando un plugin di backup automatico per WordPress, assicurati di avere un backup più recente (meglio se lo fai adesso) prima di andare avanti.

1. Risolvere l’errore 403 causato da un plugin WordPress

La prima cosa che devi fare è disattivare temporaneamente tutti i plugin di WordPress. Questo include tutti i plugin di sicurezza che potresti aver installato sul tuo sito.

Se questo risolve il tuo problema, significa che uno dei plugin sul tuo sito sta causando questo errore.

Puoi capire quale plugin stava causando l’errore attivando tutti i plugin uno alla volta fino a quando non sei in grado di riprodurre di nuovo l’errore 403.

2. Risolvere l’errore 403 causato da un file .htaccess danneggiato

Spesso l’errore 403 è causato da un file .htaccess corrotto o danneggiato nel tuo sito WordPress. La riparazione di questo file è abbastanza semplice.

Per prima cosa devi connetterti al tuo sito web usando un cliente FTP o un file manager in cPanel.

Quindi, individuare il file .htaccess nella cartella principale del proprio sito WordPress.

Devi scaricare il file .htaccess sul tuo computer in modo da avere un backup di esso. Dopodiché, è necessario eliminare il file dal tuo server.

Prova ad accedere al tuo sito. Se viene risolto 403 errore proibito, significa che il file .htaccess è danneggiato o corrotto.

Puoi generare un nuovo file .htaccess accedendo all’area admin di WordPress e andando alla pagina Impostazioni »Permalinks .

Basta fare clic sul pulsante Salva modifiche nella parte inferiore della pagina e WordPress genererà un nuovo file .htaccess.

3. Risolvere l’errore 403 causato da autorizzazioni sbagliate per i file del tuo server

Tutti i file memorizzati sul tuo sito web hanno dei permessi / autorizzazioni. Queste autorizzazioni controllano chi può accedere ai file e alle cartelle presenti sul tuo server.

Se le autorizzazioni sono sbagliate allora questo può causare l’errore 403 Accesso Negato. In pratica il tuo server pensa che tu non hai il permesso di accedere a quei file.Le autorizzazioni file errate possono causare l’errore 403 vietato.

Se le due soluzioni precedenti non risolvono l’errore 403 Accesso Negato sul tuo sito, è molto probabile che la causa sia autorizzazioni sbagliate.

Per facilitarti il lavoro puoi chiedere al tuo hosting di verificare che tutti i file e le cartelle presenti sul tuo sito web hanno i permessi giusti. Alcuni host sono molto d’aiuto e non gli dispiacerebbe affatto verificare i permessi di file per te. Se necessario possono modificarli in modo che tutti i permessi siano giusti.

La modifica delle autorizzazioni dei file può avere gravi conseguenze. Se non ti senti sicuro di farlo da solo, chiedi aiuto ad un amico più competente o assumi un esperto WordPress.

Tuttavia, se vuoi farlo da solo, ecco come verificare e sistemare i permessi dei tuoi file.

Prima di tutto devi sapere che i permessi devono essere impostati cosi:

  • 755 per le cartelle
  • 644 per i file
  • 600 per il file wp-config.php

Collegati semplicemente al tuo sito WordPress usando un cliente FTP. Passa alla cartella principale contenente tutti i file di WordPress.

Fai clic per selezionare una cartella, fare clic con il tasto destro e selezionare Permessi file dal menu.

Il tuo client FTP ti mostrerà una finestra di dialogo permessi per i file come questa:

Tutte le cartelle sul tuo sito WordPress dovrebbero avere un permesso file di 744 o 755.

Tutti i file sul tuo sito WordPress dovrebbero avere un permesso di file di 644 o 640.

È possibile impostare il permesso del file nella cartella principale in quale si trova la tua intera installazione WordPress su 744 o 755. Selezionare la casella accanto a “Includi sottocartelle” e quindi selezionare l’opzione “Applica solo alle cartelle”.

Clicca sul pulsante OK. Il tuo client FTP inizierà ora a impostare le autorizzazioni su tutte le sottocartelle in quella cartella.

Una volta terminato, è necessario ripetere la procedura per tutti i file presenti nella tua installazione. Questa volta utilizzerai i permessi del file 644 o 640 e non dimenticare di selezionare “Includi sottocartelle” e “Applica solo ai file”. opzioni.

Fare clic sul pulsante OK e il client FTP inizierà a impostare i permessi dei file per tutti i file selezionati.

Prova ad accedere al tuo sito web ora e l’errore 403 Accesso Negato dovrebbe essere sparito.

Se invece nessuno di queste soluzioni ti ha aiutato contatta assolutamente la tua azienda di hosting e faglielo sapere.

Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a correggere l’errore 403 vietato in WordPress. 

Ho inoltre messo in piedi un gruppo gratuito su Facebook per tutti gli utilizzatori di WordPress, il gruppo e aperto a tutti quanti e dentro puoi fare domande, chiedere aiuto e sopratutto confrontarti con veri professionisti che usano WordPress per tutti i loro progetti online. Il gruppo si chiama Utilizzatori WordPress e lo puoi trovare qui.

Se ti sei appena iscritto al nostro gruppo facci un saluto! Non mordiamo sai.

Hai trovato utile questo articolo? 

Fallo sapere a tutti a quanti lasciando una tua valutazione (da 1 a 5 stele) qui sotto. A te non costa nulla ma per me significa tantissimo, sopratutto se il tuo sarà un voto a 5 stele.

Come risolvere l’errore 403 accesso negato in WordPress?
Media 4.5 su 2 voti

Hai qualche domande o qualcosa da aggiungere? Fammelo sapere con un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.