Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

0
(0)

Hai trascorso del tempo su WordPress.com, personalizzato il tuo sito e sprofondato innumerevoli ore nella creazione di post interessanti per i tuoi lettori. Ma ora che stai crescendo un po ‘, hai iniziato a capire che l’uso di WordPress.com per ospitare il tuo blog potrebbe non essere la migliore idea se prendi sul serio la crescita a lungo termine.

Anche se questo scenario non descrive la tua situazione, non dovrebbe sorprendere che WordPress.com, pur essendo una fantastica introduzione alla piattaforma, non offra gli stessi vantaggi del self-hosting. Passare a un blog WordPress con hosting autonomo, ad esempio, ti consentirà di pubblicare annunci sul tuo sito e sperimentare tutti i tipi di plugin e temi senza alcuna limitazione.

Se qualcuno di questi sembra un motivo sufficiente per effettuare il passaggio, segui la nostra guida passo dopo passo sul come migrare WordPress.com su WordPress.org nel giro di poche ore (top!).

Prima di migrare WordPress.com su WordPress.org

Cominciando dall’inizio. Se sei serio nel fare questa mossa, probabilmente hai già trascorso un po ‘di tempo a controllare cosa c’è là fuori in termini di hosting e potrebbe essere un po’ perso. In tal caso, ti consigliamo di dare un’occhiata a questo articolo su come scegliere un hosting WordPress

Non entreremo nei dettagli qui su come scegliere un buon host dato che ne abbiamo già parlato ampiamente in passato, ma state tranquilli, ci siamo assicurati di controllare le nostre scelte mentre scrivevamo quegli articoli.

Ora, oltre all’hosting, dovrai anche proteggere un dominio. Purtroppo, i migliori (come tuttowp.it e notizzy.it ) sono già stati presi. Tuttavia, puoi sempre andare con il nome del tuo sito, cercare domini in qualche modo non convenzionali come .io (che al giorno d’oggi sta esplodendo nel mondo della tecnologia) o semplicemente provare parole senza senso casuali fino a quando qualcosa non si blocca, come ha fatto Google (per favore, ignora quell’ultimo consiglio).

Infine, dovrai installare WordPress sul tuo nuovo host, che per fortuna è un altro processo di cui abbiamo scritto in passato, in Una guida completa all’installazione di WordPress . Una volta fatto questo, sentiti libero di dare un’occhiata alle 10 cose più importanti che dovresti fare immediatamente dopo l’installazione di WordPress .

Dopo aver coperto tutto quanto sopra, sei pronto per migrare WordPress.com su WordPress.org, quindi comminciamo.

Passaggio 1: esporta il contenuto di WordPress.com

Bene, per proseguire devi effettuare l’accesso al tuo blog WordPress.com.

Una volta effettuato l’accesso, vai alla scheda Il mio sito e quindi fai clic su WP Admin .

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Ora siamo nella dashboard di WordPress, troviamo la scheda Strumenti e l’ opzione Esporta all’interno.

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

All’interno, vedrai due opzioni. Uno per l’ esportazione regolare una seconda opzione per scaricare la tua libreria multimediale.

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Nella pagina seguente, ti verrà chiesto esattamente quale contenuto desideri esportare. Ai fini di questa guida, eseguiremo un’esportazione completa, inclusi post, pagine, testimonianze, feedback e contenuti multimediali. Nel tuo caso, sentiti libero di scegliere esattamente quale contenuto vuoi esportare e quindi fai clic su Scarica .

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Successivamente, gli elfi di WordPress.com inizieranno a lavorare sul tuo file XML univoco, che sarà scritto in formato WordPress eXtended RSS (WXR) e conterrà tutto il contenuto del tuo sito ( senza immagini – arriveremo a quelli in un po ‘) in un pacchetto compatto.

Un ultimo avvertimento: se il tuo file di esportazione supera la soglia di 32 MB (nel qual caso, probabilmente hai passato troppo tempo su WordPress), incontrerai problemi durante i prossimi passaggi a causa di un limite al dimensione dei file che possono essere importati nella nuova installazione di WordPress. In tal caso, dovrai utilizzare uno splitter di file WXR per dividere quel file in più parti gestibili. È improbabile che ciò accada a te, ma riteniamo che sia nostro dovere avvertirti – siamo semplicemente fantastici.

Passaggio 2: installa l’importatore di WordPress sul tuo nuovo sito

Ora che il tuo file di esportazione è pronto, devi preparare la nuova installazione per elaborarlo. Per questo, dovrai accedere alla tua Dashboard (alla tua installazione self-hosted) e fare clic su  Strumenti> Importa .

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Scegli l’ultima opzione –  Installa WordPress Importer –  per importare post, pagine, commenti, campi personalizzati, categorie e tag da un file di esportazione WordPress.

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Apparirà una nuova finestra che mostra il plugin Importatore di WordPress . Questo è lo strumento che useremo per elaborare il file XML che abbiamo creato durante l’ultimo passaggio e ottenere la migrazione di tutti i tuoi contenuti, e non preoccuparti, è un plugin ufficiale sviluppato dal team di WordPress.org. Ora che lo abbiamo chiarito, sentiti libero di fare clic su Installa Ora :

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Una volta installato il plugin ti uscirà l’opzione Avvia l’importazione che devi cliccare per proseguire.

Passaggio 3: importa i tuoi contenuti

Ora che il plugin è attivato e pronto all’uso, è il momento di caricare il tuo file di esportazione WordPress.com facendo clic su Scegli potrai scegliere il file da importare per poi cliccare Carica file e importa come mostrato di seguito. Nel caso in cui in qualche modo ti sia capovolto tra i passaggi, torna alla scheda Importa in Strumenti nella tua Dashboard e se il plugin è già installato, verrai reindirizzato direttamente alla pagina di importazione.

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Nota l’ avvertimento Dimensione massima: 32 MB, come menzionato in precedenza.

Nella schermata successiva, ti verrà chiesto se desideri riassegnare i tuoi post a nuovi autori. Ad esempio, se hai pubblicato tutto sotto un unico account nel tuo sito WordPress.com, dovresti semplicemente scegliere se importare lo stesso nome utente o crearne uno nuovo.

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Altrimenti, puoi anche assegnare post a un autore esistente sul tuo nuovo sito scegliendo dall’elenco a discesa in basso.

Una volta terminato, seleziona la casella in basso dove dice Scarica e importa gli allegati . Questo passerà tutte le tue immagini e altri allegati da WordPress.com a WordPress.org. Quindi concludere le cose facendo clic su Invia .

Ora importare immagini può essere un po ‘complicato, quindi facciamo una piccola deviazione e ricontrolliamo se tutto funziona correttamente dopo aver fatto clic su Invia .

Passaggio 3.1: assicurarsi che tutte le immagini siano presenti

Questa è la parte del processo di migrazione in cui la maggior parte degli errori tende a verificarsi. Se ti capita di avere molte immagini su WordPress.com, alcune potrebbero non migrare correttamente e potresti essere lasciato con un nuovo blog con immagini o di fronte alla possibilità di dover caricare tutto manualmente.

Ora, non stiamo dicendo che questo accada sempre , ma poiché è noto che accadrà , ti presenteremo un piccolo plugin utile che può aiutarti in questo scenario. Import external images analizza il codice dei tuoi post, estrae le immagini di accompagnamento se rileva collegamenti a fonti esterne al tuo sito, quindi li carica sulla tua installazione locale e voilà: sei completamente migrato.

L’uso di questo plugin dovrebbe essere un gioco da ragazzi, ma per ogni evenienza, sentiti libero di dare un’occhiata a Come importare immagini esterne in WordPress , che è un tutorial incentrato sul plugin che ti ho nominato qui sopra.

Passaggio 4: reindirizzare gli utenti al tuo nuovo dominio

Se sei riuscito a superare l’intero passaggio tre (con le immagini incluse), hai quasi finito. In effetti, la schermata di conferma ti dirà utile Tutto fatto. Divertiti!  come visto di seguito:

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Tuttavia, qui su TuttoWP, ci piace essere accurati, quindi affronteremo un paio di punti in più per concludere tutti i punti deboli della tua migrazione – il primo dei quali è ciò che accadrà al tuo ex WordPress.com. Dopotutto, se ti sposti semplicemente senza informare i tuoi visitatori, molto probabilmente li perderai per sempre.

Esistono alcuni modi per affrontare questo problema: il più comune dei quali sarebbe quello di pubblicare un post specifico per informarli che hai spostato il tuo sito Web in un nuovo dominio e indirizzarli in quella direzione.

La seconda opzione sta usando il servizio di reindirizzamento del sito a pagamento di WordPress.com ($ 13 all’anno), che come suggerisce il nome, reindirizzerà definitivamente tutti i visitatori al tuo nuovo dominio. Se vuoi scegliere questo metodo, vai direttamente alla pagina del servizio di reindirizzamento del sito , che ti reindirizzerà automaticamente al tuo account.

Una volta che sei lì, seleziona semplicemente il blog che desideri reindirizzare, digita il tuo nuovo nome di dominio e fai clic su Vai :

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Successivamente, ti verranno richiesti i dettagli di pagamento per completare l’acquisto del servizio, e questo è praticamente tutto. Ora il tuo WordPress.com sta reindirizzando i visitatori al tuo dominio.

Passaggio 5: installa Jetpack di WordPress.com (se lo desideri)

Questo passaggio finale è completamente facoltativo, poiché ormai il tuo sito dovrebbe essere completamente migrato e il problema di reindirizzamento avrebbe dovuto essere risolto. Tuttavia, abbiamo ritenuto opportuno includerlo, dal momento che il plugin Jetpack presenta essenzialmente alcune funzionalità alle quali potresti esserti abituato durante il tuo soggiorno su WordPress.com.

Solo per citare alcune funzionalità, Jetpack può fornire statistiche sul traffico, proteggerti dagli attacchi di forza bruta e velocizzare i tempi di caricamento tra le altre funzionalità. Tuttavia, queste sono tutte funzionalità che possono essere gestite tramite altri plugin ora che hai la tua installazione WordPress ospitata autonomamente, quindi la scelta spetta a te.

Se decidi di restare con Jetpack, tutto ciò che devi fare è andare sulla scheda Plugin all’interno della Dashboard e quindi fare clic su Aggiungi nuovo :

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Jetpack dovrebbe essere una delle prime scelte nella pagina successiva, quindi vai avanti e fai clic su Installa ora :

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Conosci l’esercitazione qui: fai clic su Attiva il plugin e ti ritroverai ancora una volta nella scheda Plugin con una grande notifica Jetpack nella parte superiore dello schermo. Fai clic su Connetti a WordPress.com per completare il processo di installazione e sei pronto!

Migrare WordPress.com su WordPress.org: una guida passo-passo

Non entreremo nei dettagli in questa guida su come utilizzare Jetpack al massimo delle sue potenzialità.

Infine, una volta installato Jetpack, puoi anche importare i tuoi ex abbonati WordPress.com sul tuo nuovo sito usando il suo strumento di migrazione abbonamento integrato, seguendo queste semplici istruzioni .

Posso assumere qualcuno per fare tutto questo?

Sicuro che puoi! 

A parte gli scherzi, ci sono molti servizi di hosting che offrono servizi di migrazione, a pagamento o gratuiti (se ti iscrivi ai loro servizi in primo luogo, ovviamente). WordPress.com stesso offre un programma di trasferimento guidato per il quale applicano una commissione una tantum di $ 129 per blog, ma lo fanno solo per Bluehost .

Mentre la tentazione potrebbe essere forte di intraprendere questa strada, se ti prendessi il tempo di leggere tutti i passaggi della guida, dovresti aver capito ormai che il processo è in realtà abbastanza semplice. Nel peggiore dei casi potresti riscontrare un problema durante l’importazione delle immagini nel tuo sito WordPress ospitato da solo, e questo può essere facilmente risolto.

Quindi, non aver paura di provarci se pensi di poterlo gestire!

Conclusione

La migrazione del tuo sito da WordPress.com potrebbe richiedere un po ‘di lavoro, ma aprirà immediatamente un intero universo di possibilità quando si tratta di sviluppo e personalizzazione, il che ne vale la pena.

Basta ricordare questi passaggi chiave:

  1. Esporta i tuoi contenuti (e considera sezionarli se il file risultante è troppo grande).
  2. Installa il plugin importatore di WordPress sul tuo nuovo sito e utilizzalo per caricare il tuo file di esportazione.
  3. Assicurati che nessuna delle tue immagini sia rotta. Se ce ne sono, ti consigliamo di utilizzare il plugin Import External Images (cosa che puoi fare ora poiché non sei più limitato da WordPress.com).
  4. Installa il plugin Jetpack e migra i tuoi abbonati WordPress.com.

Hai mai dovuto migrare un sito da WordPress.com? In tal caso, hai riscontrato problemi? Facci sapere e iscriviti alla sezione commenti qui sotto!

Hai trovato utile questo articolo?

Fallo sapere a tutti a quanti lasciando una tua valutazione (da 1 a 5 stele) qui sotto. A te non costa nulla, ma per me significa tantissimo, sopratutto se il tuo sarà un voto a 5 stele.

Media Voto 0 / 5. Votanti totali 0

Nessuno ha ancora votato.

Mi dispiace che questo articolo non ti e stato utile

Aiutami a migliorare

Mi puoi gentilmente dare qualche suggerimento?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Su questo sito usiamo i cookie. Tracciamo in maniera del tutto anonima le azioni dei nostri utenti. Visita il Centro Privacy per ulteriori informazioni o Impostazioni Privacy per modificare le tue preferenze.

Privacy Settings saved!
Impostazioni Privacy

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito abbiamo bisogno che accetti l'uso dei seguenti cookie tecnici:
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • wp-settings-time-2
  • wp-settings-2
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Usiamo WooCommerce come sistema di acquisto. Per il carrello e l'elaborazione degli ordini verranno memorizzati 2 cookies. Questi cookie sono strettamente necessari e non possono essere disattivati.
  • woocommerce_cart_hash
  • woocommerce_items_in_cart

Monitoriamo in maniera del tutto anonima i visitatori di questo sito con lo scopo di avere un resoconto sul nostro lavoro e per migliorare sia il nostro sito sia il nostro servizio.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Torna su
Condividi con un amico