10+ Attività per migliorare un blog (Edizione fine anno)

Per la maggior parte dei blogger, dicembre e il mese in cui il traffico inizia a diminuire.

Dopotutto, e la stagione delle vacanze e le persone sono concentrate sul trascorrere del tempo con i propri cari.

Questo e il motivo per cui dicembre e un ottimo momento per rallentare la pubblicazione di nuovi contenuti e preparare il tuo blog per il nuovo anno.

Ma cosa puoi fare per migliorare un blog e sopratutto cosa puoi fare per preparare il tuo blog al nuovo anno?

Ci sono molte attività che puoi fare per migliorare un blog e che avranno un bel impatto sul tuo traffico e sulle tue entrate derivanti dal blog.

In questo post scoprirai 10 attività sulle quali puoi lavorare per migliorare un blog. Lavoraci su e imposterai il tuo blog per il successo nel nuovo anno.

Visto che questo articolo e abbastanza lungo ecco un tabella con i contenuti. Clicca Show e sarà mostrata.

1. Rimuovi le cose inutili e metti un po in ordine per migliorare un blog

Hai bloggato per un po? Allora sicuramente trarrai vantaggio dal dedicare del tempo a riordinare il tuo blog.

Se usi WordPress vale la pena dare un occhio ai tuoi plugin e chiederti:

Ho davvero bisogno di tutti questi plugin per il mio blog?

Conserva i plugin WordPress essenziali e abbandona quelli che non portano un vantaggio sia a te sia ai tuoi lettori. Come conseguenza potresti anche migliorare i tempi di caricamento del tuo sito.

Successivamente ti consiglio di valutare il frontend del tuo blog (e la parte che vedono i tuoi visitatori) e vedere se puoi intervenire per semplificare e mettere in ordine.

Ecco perché e molto importante:

Il disordine distoglie l'attenzione dei tuoi lettori da dove deve essere, sui tuoi contenuti.

Se hai obiettivi secondari come la vendita di prodotti, la visualizzazione di annunci o creare una lista email avrai difficolta a portare dei buoni risultati su un blog disordinato.

Il disordine affatica i lettori ed evoca il paradosso della scelta.

E simile alla sensazione che si prova in un ristorante quando ci sono troppe voci nel menu; non sai mai cosa mangiare perché hai troppa scelta.

Quindi, limitare le opzioni e ridurre il disordine aumenta la probabilità che i lettori agiscano (qualunque sia l'azione).

Ora la maggior parte del disordine tende a risiedere nella barra laterale. Quindi, potresti prendere in considerazioni la rimozione o il spostamento di quanto segue:

  • Nuvole di tag: possono essere utili durante la visualizzazione dei dati ma non sono utili dal punto di vista dell'utente.
  • Blogrolls: Dovremmo tutti linkare ad altri blogger, ma e meglio farlo nel contesto. Ad esempio, quando e necessario aggiungere una risorsa per ulteriori informazioni.
  • Widget dei social media: Sono un modo rapido per perdere i tuoi lettori perché si sono distrati a guardare meme di gatti o a rispondere a messaggi su Facebook. Se hai intenzione di usarli, usa solo pulsanti e mostrali nel tuo pie di pagina.
  • Icone e badge di prova social: Se mostri loghi di marchi per stabilire la fiducia con i tuoi lettori, assicurati che non siano qualcosa che chiunque possa mostrare. Ad esempio, la visualizzazione di una badge per una directory di blog non ti aiuterà, ma aiuterà solo la directory.

Prenditi un po di tempo per capire cosa mostrare sul tuo blog e cosa no. Se non aiuta te o i tuoi lettori considera la possibilità di rimuovere.

Vedrai che con questo approccio migliorare un blog come un esperto e un attimo.

2. Dai al tuo blog un aspetto nuovo

Il design del blog e incredibilmente importante sopratutto quando si vuole migliorare un blog e prepararlo per il nuovo anno.

Il tuo tema WordPress deve essere moderno con particolare attenzione alla leggibilità e alla velocità. E, man mano che il tuo blog cresce potresti scoprire che il tuo design attuale non e più funzionale.

Se non stai costantemente armeggiando con il design del tuo blog come me, le vacanze sono il momento ideale per fare un cambio di design.

Ora a seconda della piattaforma di blog che utilizzi, avrai a disposizione diverse opzioni.

Se usi WordPress, ci sono una grossa quantità di temi WordPress per blogger.

In termini di estetica del design non saprei dirti quale sia la mia preferenza, semplicemente perché il tutto dipende dal tipo di sito che bisogna realizzare.

Per realizzare i miei siti uso il tema Divi di Elegant Themes e Astra Pro con Elementor Pro. Ogni tanto uso anche qualche tema di StudioPress pero da quando sono stati acuquistati da WP Engine non li ho usati più tanto.

Mentre di solito scelgo temi premium per WordPress, ci sono alcuni temi gratuiti per WordPress che sono veramente fantastici.

Come ad esempio il tema che uso qui su questo sito. E un tema WordPress gratuito che si chiama Blocksy. E creato apposta per Gutenberg il editore a blocchi di WordPress.

Ricorda pero alcune cose.

Per prima cosa esegui un backup per WordPress prima di cambiare il tema, cosi in caso di problemi puoi tornare indietro.

Come seconda cosa ricordati di verificare ogni singolo contenuto sul tuo blog per assicurati che non ci sono problemi di visualizzazione visto che hai appena cambiato il tema.

E probabile che sul tuo blog siano presenti numerosi errori 404 che bisogna risolvere.

Cio potrebbe essere dovuto al fatto che la pagina alla quale hai linkato non esiste più o che hai modificato l'url senza aver creato un reindirizzamento.

Indipendentemente dal motivo, i link rotti sono dannosi per l'esperienza dell'utente e sono altrettanto dannosi per i motori di ricerca.

Quindi dovrai trovarli e risolverli.

Vediamo rapidamente come farlo:

Ci sono molti modi per trovare i link rotti su WordPress, ci sono plugin per WordPress che lo fanno e ci sono strumenti esterni che lo fanno.

L'approccio migliore e quello che ti permette di trovare e di sistemare velocemente questi link. Io personalmente lo faccio in due modi:

  • Broken Link Checker – Un plugin gratuito per WordPress che ti permette di farlo direttamente dalla bacheca di WordPress. Per capire il sui funzionamento basta leggere le istruzioni nella descrizione del plugin.
  • SEMrush – Una piattaforma SEO completa che ha fra le altre cose un revisore in grado di verificare la presenza di link rotti. Offrono una prova gratuita e hanno strumenti per ricerca sulla concorrenza, ricerca di parole chiave, monitoraggio dei posizionamenti, monitoraggio del marchio e moltissime altre funzionalità.

A seconda del tipo di link rotto dovrai eseguire diverse azioni.

  • Link esterno – Questi sono collegamenti che puntano ad altri siti web, siti nei quali non sono più accessibili pagine o intere sezioni. E sufficiente sostituire il link con un altro link pertinente o rimuovere se necessario.
  • Link interni – Potresti riuscire a cavartela semplicemente aggiornando il link rotto con il nuovo url, ma la migliore pratica e aggiungere un reindirizzamento 301 per garantire che i visitatori e i motori di ricerca possano sempre trovare la strada giusta per il nuovo link.

4. Verifica e migliora dove possibile i tuoi contenuti

In questo momento, probabilmente hai un numero di articoli sul tuo blog che non funzionano.

Ecco cosa intendo quando dico che non funzionano più:

  • Il contenuto riceve un picco di traffico e poi rapidamente torna piato.
  • Il contenuto si posiziona e riceve traffico per un buon periodo poi il traffico scende per colpa di un aggiornamento dell'algoritmo di Google.
  • Il contenuto si posiziona e riceve traffico ma non viene completata nessuna azione (iscrizione a lista email, click su link affiliazione, etc), la causa può essere un errore con il link o il modulo per esempio come può essere il contenuto che non risponde alle aspettative del utente.
  • Il tuo contenuto può generare più iscritti e guadagni di quanto genera in questo momento, magari con qualche cambiamento e approfondimento.
  • Il contenuto non ha mai avuto successo, ne dal punto di vista del traffico ne della monetizzazione.

Quindi, l'obiettivo alla base di un controllo dei contenuti e quello di prendere i contenuti poco performanti e farli funzionare.

Cio richiede diversi passaggi:

  1. Elimina i contenuti con prestazioni insufficienti: Osserva il traffico dell'ultime mese e confrontalo con lo stesso mese dell'anno scorso. In genere, i controlli dei contenuti si concentreranno principalmente sul traffico dei motori di ricerca. Guarda anche il rendimento del contenuto in termini di condivisioni, backlink e entrate. (Questo processo richiede del tempo, quindi potresti volerlo automatizzare con uno strumento. Spieghero come in un momento).
  2. Identifica il motivo per cui il contenuto non funziona: Questa e la parte più complessa. Devi analizzare ogni articolo individualmente perche solo cosi riuscirai a trovare qualcosa di utile. I fattori comuni da considerare includono; modifiche ai permalink, titoli scritti male, contenuti obsoleti, pulsanti / moduli / link di affiliazione non funzionanti con contenuti mal formatati, ecc.
  3. Correggi i tuoi contenuti con prestazioni insufficienti: a questo punto dovresti avere una compressione di cosa c'e che non va, ora lavora e aggiusta i tuoi contenuti iniziando dagli articoli più importanti. Potrebbe trattarsi di articoli con le maggiori cadute di traffico o di contenuti che generano entrate prioritarie.

Indipendentemente da quali sono i tuoi obiettivi per i contenuti (lead / iscritti / vendite), il motivo principale per cui il contenuto non funziona e perche non riceve abbastanza traffico.

Il traffico dai social media e alquanto fugace ed e naturale che il traffico aumenti e poi si stabilizzi, non e un problema risolvibile.

Ti consiglio di concentrarti soltanto sul traffico proveniente dai motori di ricerca.

Ora, Google ha rilasciato molti aggiornamenti degli algoritmi ultimamente, ma non cadere nella trappola di guardare la tua analisi nel suo insieme e fare supposizioni.

Il compito di Google e fornire il miglior risultato per una determina ricerca.

Quindi, la cosa migliore che puoi fare e controllare i tuoi contenuti e migliorare tutto ciò che puo essere migliorato. Considera tutto, contenuto, formattazione e anche a ottimizzare in base al intento di chi ricerca.

A volte le modifiche apparentemente piccole possono aiutare.

Google di solito indicizza un contenuto in massimo qualche ora. Se capita che hai un articolo non ancora indicizzato dopo alcuni giorni prova a aggiungere titoli e sottotitoli più descrittivi, aggiorna la data di pubblicazione a oggi e ripubblica. Una volta fatto condividilo su Facebook e Twitter.

Sara velocemente indicizzato e se ti va bene come succede a me alcune volte, questo articolo si posizionerà in prima pagina per alcune parole chiave.

Strano, vero?

In definitiva, il processo di controllo dei contenuti e piuttosto lungo ma ci sono alcuni strumenti che ti possono aiutare parecchio.

Ad esempio, SEMrush ha una funzione per l'analisi dei contenuti che scansiona il tuo blog o sito web, analizza i tuoi contenuti e i dati sul traffico (tramite Google Analytics e Google Search Console) ed evidenzia quali articoli necessitano di una riscrittura, aggiornamento o controllo.

10+ Attività per migliorare un blog (Edizione fine anno)

Puoi personalizzare i set di dati. Ad esempio, articoli che hanno una frequenza di ribalzo o un numero di backlink tra un determinato intervallo.

SEMrush visualizzerà quindi i tuoi contenuti insieme ai dati del tuo conto Google Analytics. In questo modo e facile vedere quale contenuto ha poco o niente traffico.

Come qualsiasi strumento, non e perfetto al 100% e dovresti comunque controllare gli articoli per tutto cio che e rotto e apportare modifiche ai tuoi contenti. A me personalmente mi fa risparmiare una valanga di tempo.

Fai un giro di prova e sfrutta questo strumento senza pagare per analizzare i tuoi contenuti e trovare informazioni utili per aiutarti a migliorare i contenuti del tuo blog.

5. Crea il tuo primo prodotto digitale

La vendita di prodotti digitale e uno dei migliori modi per fare soldi come blogger.

A differenza della vendita di prodotti fisici, non e necessario sborsare denaro per l'acquisto di inventario e la consegna viene gestita digitalmente.

Il tuo prodotto digitale puo essere semplice o complesso. Lo decidi tu. Ecco alcuni esempi che funzionano:

  • Raggruppa i tuoi articoli migliori insieme: E l'opzione più rapida ma hanno il valore percepito più basso. Tuttavia, sono perfetti per Amazon Kindle.
  • Scrivi un ebook da zero: La creazioni degli ebook puo richiedere molto tempo, ma alcuni blogger ottengono ottimi risultati con le vendite di ebook (libri digitali). Vendi tramite il tuo sito o su piattaforme come Amazon Kindle.
  • Crea un corso online: C'e una bella curva di apprendimento nella vendita di un corso online, ma offre un valore percepito estremamente alto. In alcuni casi, un corso puo essere più veloce da creare che un libro, ma i costi iniziali sono più elevati a causa dell'acquisto di attrezzature video.
  • Raggrupa i prodotti in un'offerta in abbonamento: Vendi i tuoi prodotti (corsi / libri) come parte di un sito in abbonamento con tariffa mensile. Questo offre il valore percepito più alto e un reddito ricorrente, ma dovresti fornire contenuti nuovi sempre.

Potresti fare uno di questi o tutti (eventualmente) – la parte importante e considerare come tutti i tuoi prodotti si possono adattare insieme.

La strategia più semplice e quella di creare prodotti piccoli (corsi o libri) per creare una libreria di contenti, quindi sfruttare questa libreria per creare il tuo sito dove vendi abbonamenti per far accedere a tutti i contenuti. Ovviamente dovrai sempre continuare ad aggiungere contenuti nuovi e aggiornare i contenuti vecchi.

Ora la creazione di un prodotto digitale e solo una delle tante strategie di monetizzazione. Trattero altri modi per guadagnare da un blog più avanti in questo articolo.

6. Automatizzare le mail per vendere prodotti e promuovere i tuoi contenuti mentre dormi

E probabile che tu hai già una lista mail dove riesci a far iscrivere una percentuale dei visitatori del tuo blog o sito web. Se non hai ancora una lista e pensi di iniziare ti suggerisco di dare un occhio alla recensione di Thrive Leads, il miglior plugin per catturare email su WordPress.

La maggior parte degli strumenti di email marketing offre un'automazione di qualche tipo. Stai usando questa automazione per far crescere il tuo blog o sito?

L'uso più comune dell'automazione consiste nell'invio di una serie di email in sequenza utilizzando intervalli basati sul tempo. Questa e spesso definita serie di benvenuto.

Indipendentemente da questo, il solo utilizzo di questo semplice tipo di automazione del marketing puo essere incredibilmente efficace per indirizzare gli abbonati ai tuoi prodotti a pagamento e / o ai articoli del tuo blog.

E gli usi più avanzati dell'automazione?

Si, le tue automazioni possono diventare piuttosto intelligenti.

Come? Offrendo un'esperienza più personalizzata al tuo pubblico.

Invece di inviare semplicemente link ai tuoi contenuti o risorse utili, puoi applicare tag ai tuoi iscritti quando fanno click su ogni singolo link.

Ognuno di questi tag potrebbe quindi attivare un'email da inviare offrendo un prodotto pertinente a ciò che hanno appena letto o puoi aggiungerli a una nuova sequenza pertinente all'argomento del articolo.

Esistono molti altri modi per utilizzare le automazioni. Dalle email di abbandono del carrello alle campagne di referral marketing.

Ecco uno screenshot dalla galleria di automazioni di Mailchimp nella versione gratuita:

automazioni-migliorare-un-blog

Quindi, come puoi usare le automazioni email per un blog?

Pianiffica una sequenza di automazione che ti consenta di aggiungere valore al tuo pubblico, ma che indirizzi le persone a prodotti o contenuti chiave in modo più personalizzato.

La personalizzazione e estremamente efficace per aumentare le conversioni.

7. Prenditi del tempo per sapere di più sul tuo pubblico

Più conosci il tuo pubblico, meglio puoi servirlo.

In definitiva, questo significa che farai crescere il tuo blog più velocemente. E se sei intelligente riguardo alla monetizzazione, aumenterai le tue entrate, non solo il tuo traffico.

Allora, cosa dovresti fare per saperne di più sul tuo pubblico?

Suddividi il tuo pubblico ideale in diversi gruppi principali e crea profili (o personaggi) per ciascuno di questi gruppi.

Prendi nota delle loro sfide, dati demografici, bisogni, sogni, paure e qualsiasi altra cosa che ti aiuti a capirli.

Puoi ottenere ottimi spunti leggendo commenti su altri blog nella tua nicchia, setacciando le risposte di Quora, interagendo nei gruppi di Facebook, e in altri posti.

Uno dei modi migliori per ottenere informazioni e chiedere direttamente al tuo pubblico inviando loro un sondaggio.

Ad esempio, io invio un collegamento a un sondaggio subito dopo che le persone si sono registrate alla mia lista mail.

Questo mi aiuta a conoscere un meglio il mio pubblico, mi fornisce feedback e una compressione sul tipo di contenuto e sui argomenti che le persone desiderano.

Uso WP Forms per creare il sondaggio con una pagina dedicata.

Ci sono anche strumenti gratuiti come Contact Form 7 pero come ho già detto preferisco usare strumenti premium semplicemente perché hanno molte più opzioni e mi facilitano il lavoro di moltissimo.

8. Crea landing page per ciascuno dei tuoi lead magnet

I lead magnet sono uno dei modi migliori per creare una lista email, ma se non lo fai bene perderai una delle maggiori opportunità per aumentare gli iscritti alla tua lista email.

Ecco perche:

La maggior parte delle persone crea un lead magnet, aggiunge alcuni moduli in posizioni chiave del proprio blog e bom.

Non ce nulla di sbagliato con questo. Tuttavia, il passaggio che la maggior parte delle persone perde e creare landing page dedicate per ogni lead magnet.

E per essere chiari, quando dico landing page, intendo una pagina incentrata sulla conversione che e priva di distrazioni, non solo una normale pagina di blog con una barra laterale.

Le pagine normali sono orribili per le conversioni. Le landing page dedicate sono invece la soluzione migliore.

Quando la maggior parte dei moduli email convertono all'incirca il 2% e facile capire perche le landing page dedicate sono cosi importanti.

Questa e solo una landing, ma tieni presente che ho 5 lead magnet diversi e per ognuno di questi ho una landing page diversa.

…E un'opportunità enorme. Convertire 20 visitatori su 100 invece che 2 visitatori su 100.

Fatti un po di calcoli e secondo me appena realizzi nella tua testa della differenza ti metterai subito a fare della landing page dedicate.

Allora, come creare una landing page?

Sebbene esistano molte best practice per ottimizzazione delle landing page, avrai bisogno dello strumento giusto per aiutarti.

Alcuno piattaforme di email marketing offrono la creazione di landing page pero il mio consiglio e di evitare perché sono dei strumenti che hanno molte limitazioni.

Io personalmente creo le mie landing page qui su WordPress con Elementor Pro o Gutenberg (il editore a blocchi di WordPress) e CartFlows un plugin premium che permette di creare dei veri e propri funnel per la vendita e per la generazione di contatti tramite landing page dedicate.

Per farti un idea ti invito a visitare i sito ufficiale di CartFlows per farti un idea delle potenzialità.

Qui io ti dico la mia esperienza, la fuori ci saranno tantissime persone che usano metodi e strumenti diversi.

9. Impara una nuova abilita per aumentare il tuo potenziale di guadagno

Ce una nuova abilita che vorresti imparare quest'anno?

Se hai faticato a trovare il tempo mentre ti destreggi nella gestione quotidiano del tuo blog, il nuovo anno e il momento perfetto per darti una mano e entrare in modalità di apprendimento.

Ogni abilita che impari e aggiungi al tuo arsenale ti rende più prezioso. Che tu stia aggiungendo valore alla tua attività o a quella di qualcun'altra.

Cosa potresti imparare? Ci sono molte opzioni:

  • Copywriting
  • SEO
  • Email Marketing
  • Social Media Marketing
  • Content Marketing
  • Web design
  • Analytics

La chiave e prendere cio che impari e metterlo in pratica sul tuo blog. L'esperienza e essenziale.

Una volta sviluppata la tua esperienza, potresti sfruttare queste competenze per offrire servizi ad altre aziende.

Cio e estremamente utile se ti trovi in una posizione in cui non stai ancora guadagnando denaro dal tuo blog o se il tuo reddito non e dove vorresti che fosse.

Ecco perche:

Il freelance e il modo più veloce per guadagnare soldi come blogger. Ho visto scrittori ottenere un reddito a tempo pieno entro 2 mesi dal inizio.

10. Imposta l'ascolto sociale per il tuo marchio e i concorrenti.

I grandi marchi utilizzano strumenti di ascolto sociale per monitorare il web per le menzioni del loro sito, dei prodotti e del loro marchio.

Perche? Consente loro di trovare opportunità di crescita, supportare i clienti e risolvere i problemi di PR prima che abbiano un impatto negativo.

Se non hai ancora iniziato il tuo blog o se scrivi da alcuni mesi, non otterrai ancora molti vantaggi.

Ma se blogghi da un po di tempo o stai usando un blog per far crescere la tua attività, vale la pena impostare l'ascolto sociale per monitorare le menzioni del tuo marchio almeno.

Ecco la buona notizia:

E molto facile con lo strumento giusto. Basta impostare alcuni avvisi per il tuo dominio, nome del marchio, nome personale e principali concorrenti.

Ma quale strumenti di ascolto dei social media e del web dovresti usare?

Lo strumento giusto dipende dalle tue esigenze e dal tuo budget.

Ecco alcune opzioni:

  • Awario (a pagamento) – E stato creato per il monitoraggio dei social media e del web. Crea avvisi personalizzati, imposta notifiche email e altro ancora.
  • SEMrush (a pagamento) – Un'ottima piattaforma di marketing a tutto rondo che offre una vasta gamma di funzionalita che spaziano dalla SEO, al content marketing ai social media. Puoi usarlo per monitorare le menzione del marchio sul web. Il monitoraggio dei social e disponibile ma solo per profili specifici (ad esempio i tuoi profili o profili dei concorrenti.
  • Google Alerts (gratuito) – Questo strumento utilizza la ricerca di Google per monitorare il web per le menzioni man mano che entrano nell'indice di Google. Sebbene sia gratuito, e piuttosto limitato e manca la maggior parte delle menzioni raccolte da altri strumenti. Molto buono per iniziare.

Cos'altro puoi fare con l'ascolto sociale?

Puoi diventare piuttosto creativo con l'ascolto sociale:

Uno dei miei clienti gestiva un'agenzia che si occupa con il rinnovo di passaporti negli Stati Uniti. Ha utilizzato l'ascolto sociale per trovare persone che necessitano di un passaporto molto velocemente e ha generato una quantità significativa di entrate da Twitter semplice usando ricerche di parole chiave e hashtag dentro uno di questo strumenti (Awario).

Puoi anche utilizzare l'ascolto sociale per trovare menzioni del tuo marchio su altri blog. Se non linkano al tuo blog, puoi contattare e chiedere loro di includere un collegamento.

Alcune delle migliori opportunità di guest blogging possono essere trovate impostando ricerche personalizzare in uno strumento di ascolto sociale.

E uno dei miei usi preferiti e trovare gli articoli in quali sono menzionato (io o il mio sito); mi piace commentare questi articoli per ringrazino l'autore.

11. Pianifica di regalare qualcosa per il nuovo anno

Gli omaggi possono generare molto coinvolgimento sui social media e in genere richiedono pochissimo tempo per la preparazione.

E sufficiente offrire un premio, utilizzare un strumento per creare concorsi che consente alla persone di partecipare e a te di impostare i criteri di iscrizione (es. Segui su Twitter = 1 iscrizione, iscriviti alla newsletter = 2 iscrizioni).

Il risultato? Di conseguenza ottieni un sacco di follower o abbonati email e rendi MOLTO felici alcuni dei tuoi follower.

Ecco un esempio recente di Elegant Themes:

10+ Attività per migliorare un blog (Edizione fine anno)

Io personalmente ho ottenuto ottimi risultati in passato utilizzando gli omaggi sopratutto su alcuni blog di affiliazione dove regalavo alcuni dei prodotti che vendevo in affiliazione.

Allora, qual'e il primo passo per un giveaway di successo?

Il premio e la parte più importante e dovresti considerare:

  • Rilevanza per il tuo pubblico: Gli omaggi più rilevanti attireranno il tuo pubblico di destinazione. Quelli generici ( ad es. iMac / iPad) attireranno un pubblico generico ma sicuramente aumenteranno la portato del tuo messaggio.
  • Valore del omaggio: Più e prezioso, meglio e.
  • Popolarità del omaggio: Se il omaggio e qualcosa che nessuno vuole non avrai tanto successo. Assicurati di scegliere il omaggio giusto.
  • Numero di premi: Maggiori possibilità di vincere possono incoraggiare più persone a partecipare.

Potresti pensare:

Ok, e fantastico ma non voglio pagare per qualcosa di fantastico da regalare.

E ti sento. Non devi spendere nulla.

Ecco come:

Contatta i marchi nella tua nicchia e invitali a collaborare per l'omaggio.

Se hai relazioni esistenti con i marchi sfruttale per assicurarti dei premi.

Il giveaway andrà a vantaggio del marchio fornendo loro una maggiore visibilità dalla semplice partecipazione e puoi impostare metodi di ingresso aggiuntivi per dare loro follower e iscritti email.

Strumenti per fare un giveaway

Ci sono molte app e strumenti gratuiti che potresti usare. Ecco due ottime opzioni:

  • Gleam (freemium) – Se vuoi aggiungere un widget per il tuo giveaway a una pagina, Gleam e una buona opzione. E disponibile un piano gratuito con funzionalità limitate.
  • RafflePress (a pagamento) – Il migliore plugin per concorsi su WordPress presente sul mercato. Non ci sono limiti sulle voci e nel complesso questa e l'opzione più conveniente se desideri funzionalità importanti come l'acquisizione di email per esempio.

12. Pianifica i tuoi contenuti per i prossimi 12 mesi

Potresti avere gia alcune idee per i contenuti gia in fila. Tuttavia, i piani di contenuti funzionano meglio quando pianifichi per 12 mesi.

Le vacanze sono un ottimo momento per preparare il tuo piano di contenuti per il nuovo anno.

Certo, potresti voler cambiare articoli o armeggiare con piano mentre procedi, ma avere una sorta di piano rendo più facile rimanere concentrati.

Non hai bisogno di strumenti costosi e puoi creare facilmente un calendario editoriale con i Fogli di Google

Ecco come trovare argomenti di cui scrivere:

  • Ricerca di parole chiave: se desideri che Google ti invii traffico per molto tempo, devi utilizzare la ricerca di parole chiave per trovare alcune idee aggiuntive per il argomento che stai trattando. Coprire gli argomenti che il tuo pubblico sta cercando e fondamentale per la crescita del blog.
  • Quora: i siti di domande e risposte come Quora sono una miniera d'oro per idee sui argomenti. Cerca semplicemente la tua nicchia o un argomento correlato e troverai un sacco di domande specifiche a cui puoi rispondere direttamente nei tuoi contenuti.
  • Communita e social media: communita come Reddit, I forum e I gruppi su Facebook possono offrire una visione approfondita delle domande del tuo pubblico di destinazione.
  • Chiedi ai tuoi lettori: all'inizio di questo articolo ho mansionato come puoi includere un sondaggio nella tua sequenza di automazione per i nuovi abbonati. In alternativa puoi inviare una mail ai tuoi iscritti con un link al tuo sondaggio.

Una volta che sai di cosa scrivere, puoi considererare come inquadrare i contenuti.

Dovrai scegliere tra una varietà di tipi di articoli:

  • Come fare
  • Tutorial
  • Articoli lista
  • Recensioni
  • Articoli con la tua opinione
  • Interviste
  • Storie personali

Potresti fare un ulteriore passo avanti e trasformare i tuoi attuali articoli in altri tipi di contenuti.

Questo approccio estenderà la portata del tuo blog e ti assicurerà di spremere tutto ciò che si può da ogni singolo contenuto che crei.

Ecco alcuni tipi di contenuti da prendere in considerazione:

  • Infografiche: Altamente condivisibile e ottimo per guadagnare anche qualche link.
  • Video: Ti consente di attingere al pubblico che si trovare su piattaforma come YouTube.
  • Audio: Puoi semplicemente trasformare i tuoi contenuti esistenti in audio utilizzando un servizio automatizzato e usarli come argomento per un podcast su iTunes, Spotify, etc.
  • Presentazione su Slideshare: Slideshare e di proprietà di LinkedIn e ha un enorme pubblico.

Quando metti insieme i tuoi contenuti considera che:

I tuoi obiettivi e i prossimi passi logici per i lettoriSebbene i tuoi contenuti debbano servire i tuoi lettori, devono anche servire i tuoi obiettivi (ad esempio vendere un corso, un servizio o un prodotto)

Infine se hai bisogno di ulteriore aiuto con il tuo piano di contenuti ecco alcune risorse che ho trovato utili:

Come fare un piano editoriale dal blog di Leevia.

Piano editoriale per il blog: ecco come farlo spiegato sul blog di SEMrush

13. Scorta di contenuti pronti per il nuovo anno

Vuoi pubblicare subito appena arriva il 1 gennaio?

Avrai bisogna di alcuni contenuti ad alto impatto pronti per la pubblicazione.

Dato che dicembre e un periodo dell'anno cosi lenti, di solito smetto di pubblicare contenuti e mi concentro su un singolo compito: creazione di nuovi contenuti.

Il vantaggio? A gennaio e febbraio ho il doppio del tempo da dedicare al marketing della mia attività e dei miei contenuti.

Prova a fare lo stesso: e una sensazione cosi soddisfacente prendersi una pausa durante le vacanze sapendo che i primi mesi di contenuti sono gia programmati.

Forse dividerai quel tempo extra tra la promozione dei contenuti e la creazione di un prodotto, o un'altra attività in questo elenco. E ricorda tutte queste attività possono essere svolte in qualsiasi momento dell'anno.

Quindi scrivi dei contenuti e programmali per la pubblicazione nel nuovo anno. Più sono, meglio e.

14. Preparati con processi per supportare la crescita del tuo blog

Come blogger, dobbiamo indossare molti abbiti diversi.

Un momento siamo un social media manager. Il prossimo, siamo uno scrittore di contenuti, un SEO e l'elenco potrebbe continuare.

Ora lascia che ti chieda questo:

Hai un processo documentato per ciascuna di queste attività?

In caso contrario vale la pena farlo.

I processi ci aiutano a risparmiare tempo, mantenere concentrazione e ci danno la capacita di scalare.

Un buon esempio e la promozione dei articoli. Ho una lista di controllo che consulto ogni volta che pubblico un nuovo articolo. Bene, e più una lista di controllo ibrida di editing / promozione, quindi include tutto ciò che devo fare prima e dopo la pubblicazione di un articolo

Ed ecco il punto:

Non tutti i processi saranno gli stessi. E fondamentale identificare ciò che e importante per e per tuo blog.

Nello specifico per quanto riguarda la promozione, ci saranno alcuni canali promozionali che saranno rilevanti solo per la tua nicchia.

Io personalmente uso Trello per gestire grande parte dei processi che ho per questo sito e per tutti gli altri siti di mia proprietà. Purtroppo non ho trovato nessuna guida i italiano, quindi ecco qui una guida in inglese sulla gestione del processi con Trello.

Invece qui ci sta la la guida ufficiale di Trello per chi inizia. Questo strumento, insieme a Slack hanno cambiato il modo nel quale gestisco il mio lavoro.

15. Preparati per la fase successiva dell'evoluzione del tuo blog

Se stai seguendo questo blog da un po avrai notato che nel 2018 era diversa di come lo vedi ora.

Non solo dal punto di vista del design, ma anche degli argomenti di cui parlo e di come scrivo. Rabbrividisco ogni volta che leggo un dei miei vecchi articoli. E a volte anche quelli più recenti (lol).

A volte ha senso per noi orientare il nostro blog in una direzione leggermente diversa; forse dobbiamo essere più precisi su chi e il nostro pubblico ideal o forse dobbiamo modificare il nostro piano di contenuti.

Puoi dedicare enormi quantità di tempo alla pianificazione del lancio del tuo blog, ma imparerai sempre di puoi dopo aver avviato il tuo blog.

Non solo sul blogging e su come servire meglio il tuo pubblico: imparerai di più su te stesso e su come il blogging si adatta tuo stile di vita.

Ecco perche dovremmo sempre tenere la mente aperta alla possibilità di cambiare le cose.

Quindi sii consapevole della direzione in cui vuoi portare il tuo blog e non avere paura di cambiare il tuo approccio:

Potrebbe fare la differenza.

16. Orienta te stesso e il tuo blog con un piano infallibile.

Come blogger, il contenuto e il nostro pane quotidiano. In quante tale, e facile concentrarsi interamente sul nostro piano di contenuti.

Ma c'e un limite.

Hai bisogno di un piano di alto livello. Deve essere cristallino in modo da sapere esattamente dove sta andando il tuo blog.

Consideralo come un piano aziendale. E se il tuo obiettivo e guadagnarti da vivere con il tuo blog un piano dettagliato e esattamente cio di ciò hai bisogno.

Il web e pieno di modelli di piani aziendali, ma la maggior parte avrebbe bisogno di un piccolo ritocco per essere adatto al blogging.

Indipendentemente da cio, e un esercizio molto valido.

Anche se non fai un piano completo per il tuo blog, sarebbe utile coprire le prime sezioni di un tipico piano aziendale:

  • Riepilogo: sembra più complicato di quello che e. Alla fine questo dipende dalla comprensione di chi servirai e come li servirai.
  • La tua missione: Identifica il tuo perche. E la differenza tra un blog che proverà e un blog che non riessere a raggiungere mai il suo potenziale.
  • Obiettivi azienda: identifica la singola metrica più importante ad es profitto lordo, imposta un importo specifico e un periodo entro il quale raggiungerlo. Potresti voler evidenziare altri obiettivi che vanno bene, ma aiuta molto avere una sola metrica.
  • Ricerche di mercato: Abbiamo gia parlato delle persone del pubblico che sono un parte importante. Lavora per comprendere la tua nicchia e le persone che ci sono dentro.
  • Ricerca sulla concorrenza: la concorrenza e diversa per i blogger rispetto alle aziende ed e importante ricordarlo. In molti casi, dove le imprese tradizionali vedrebbero concorrenza, i blogger molto spesso trovano opportunità per crescere insieme.
  • Canali di guadagno: la maggior parte dei piani azienda guarda specificamente ai prodotti o ai servizi qui, ma i canali di guadagno per i blogger possono essere più diversificati. Questa sezione dovrebbe coprire i flussi di reddito, i fattori di rischio, cio che distingue la tua offerta dagli altri.
  • Piano di marketing: qui guarderesti esattamente cosa puoi fare per commercializzare il tuo blog. Il tuo piano di contenuti farebbe parte di un piano di marketing più ampio. Ancora più importante considera quali canali di marketing ti aiuteranno a raggiungere i tuoi obiettivi nel modo più efficiente possibile.

Ci sono altre parti in un piano aziendale tradizione, ma queste sono le parti piu rilevanti per un blogger.

E se hai gia un piano? Ora e un buon momento per sedersi e valutare quanto sta andando bene e cosa puoi fare per portare la crescita del tuo blog al livello successivo.

Quindi passa attraversi tutte le analisi che per il tuo blog (traffico, email social, ecc) e vedi cosa funziona e cosa no. Da li, puoi adattare il tuo piano di conseguenza.

Come ti prepari per un nuovo anno come blogger?

Ci sono moti modi in cio puoi prepararti per un nuovo anno come blogger; ne abbiamo discusso alcuni qui sopra.

Devi capire che questo non e una lista di controllo su cui lavorare ma un elenco con varie opzioni. Quindi, scegli alcune idee e concentra il tuo tempo su quello.

Puoi sempre aggiungere questo articolo ai segnalibri e tornarci più tardi nel corso dell'anno. Vale la pena svolgere tutte queste attività prima o poi

Spero che ti abbia trovato utile questo articolo; ora vai la fuori e prepara il tuo blog per il nuovo anno. E, cosa più importante, assicurati di prenderti un po di tempo durante le vacanze per staccare la spina e rilassarti.

Condividi se pensi che questo articolo può essere utile anche ad altre persone.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.