Come risolvere il problema “Questo sito contiene programmi dannosi” in WordPress?

Stai vedendo l’ errore “Questo sito contiene programmi dannosi” sul tuo sito WordPress? Questo di solito significa che il tuo sito e stato infettato con malware o virus e Google lo ha contrassegnato come non sicuro.

A volte anche dopo che hai già pulito e messo in sicurezza il tuo sito, l’errore si presenta ancora.

In questo articolo, ti mostreremo come risolvere questo problema sul tuo sito realizzato con WordPress.

1. Quali sono le cause dietro il problema “Questo sito contiene programmi dannosi” in WordPress?

La ragione numero uno per questo errore è che il tuo sito e stato violato e si ritiene che stia distribuendo un malware. Questo codice si diffonde dal tuo sito infetto ai tuoi visitatori e può persino diffondersi ad altri siti.

Google contrassegna un sito con questo avviso se trova codice sospetto che potrebbe essere un malware o un trojan. Questo avverte gli utenti di fare attenzione quando visitano i siti web contrassegnati con “Questo sito contiene programmi dannosi”.

Un altro motivo comune per questo errore è la visualizzazione di annunci da reti pubblicitarie di bassa qualità. Queste reti possono talvolta visualizzare annunci che si collegano a siti che distribuiscono malware.

Verifica il tuo sito utilizzando lo strumento di analisi di navigazione sicura di Google.

Tutto quello che devi fare è aggiungere il nome di dominio del tuo sito come parametro di ricerca all’URL in questo modo:

https://www.google.com/safebrowsing/diagnostic?site=iltuodominio.it

Ovviamente cambiando iltuodominio.it con il tuo vero dominio. Ora che sai perché si verifica l’errore, diamo un’occhiata a come risolverlo.

2. Come correggere l’errore “Questo sito contiene programmi dannosi” su WordPress?

Prima di iniziare, esegui un backup completo del tuo sito WordPress. Se disponi già di un backup completo, tienilo a portata di mano in quanto potrebbe essere necessario.

Rimuovere malware e ripristinare un sito può diventare un compito molto complicato. A volte anche quando pulisci il tuo sito a fondo, il malware può continuare a tornare finché non trovi e rimuovi la backdoor collocata sul tuo sito.

Backdoor si riferisce a un metodo che ignora l’autenticazione normale e ottiene la possibilità di accedere in remoto al server senza essere rilevato. Trovare la backdoor non è un compito facile. Potrebbe essere una password compromessa, autorizzazioni sbagliate dei file o un file intelligentemente mascherato. Faremo una guida avanzata sul come identificare e rimuovere malware da WordPress nel futuro non molto lontano.

Una volta rimossa la backdoor, sarà comunque necessario controllare attentamente tutti i file e il database per qualsiasi tipo di codice sospetto che potrebbe essere collegato al malware.

3. Come rimuovere questo avviso da Google?

Una volta che sei assolutamente certo che il tuo sito sia pulito, puoi chiedere a Google di rimuovere questo avviso dai risultati di ricerca.

Dovrai utilizzare gli strumenti per i webmaster di Google o la Search Console dove troverai informazioni sui problemi di sicurezza rilevati da Google sul tuo sito.

Una volta lì, devi fare clic sulla sezione Problemi di sicurezza dove troverai tutti i problemi di sicurezza che Google ha trovato sul tuo sito web. Vedrai anche i collegamenti alle risorse sulla pulizia del tuo sito.

Una volta risolti i problemi, fai clic sulla casella di controllo e richiedi una revisione.

Se non visualizzi problemi di sicurezza negli strumenti per i webmaster di Google, allora devi compilare e inviare questo formulario per segnalare un falso avviso.

Ci auguriamo che questo articolo ti abbia aiutato a rimuovere questo avviso.

Se hai dubbi o domande fammelo sapere qui sotto nei commenti e farò del mio meglio per risponderti.

Ho inoltre messo in piedi un gruppo gratuito su Facebook per tutti gli utilizzatori di WordPress, il gruppo e aperto a tutti quanti e dentro puoi fare domande, chiedere aiuto e sopratutto confrontarti con veri professionisti che usano WordPress per tutti i loro progetti online. Il gruppo si chiama Utilizzatori WordPress e lo puoi trovare qui.

Se ti sei appena iscritto al nostro gruppo facci un saluto! Non mordiamo sai.

Hai trovato utile questo articolo? 

Fallo sapere a tutti a quanti lasciando una tua valutazione (da 1 a 5 stele) qui sotto. A te non costa nulla ma per me significa tantissimo, sopratutto se il tuo sarà un voto a 5 stele.

Hai qualche domande o qualcosa da aggiungere? Fammelo sapere con un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Su questo sito usiamo i cookie. Tracciamo in maniera del tutto anonima le azioni dei nostri utenti. Visita il Centro Privacy per ulteriori informazioni o Impostazioni Privacy per modificare le tue preferenze.

Privacy Settings saved!
Impostazioni Privacy

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito abbiamo bisogno che accetti l'uso dei seguenti cookie tecnici:
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • wp-settings-time-2
  • wp-settings-2
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Usiamo WooCommerce come sistema di acquisto. Per il carrello e l'elaborazione degli ordini verranno memorizzati 2 cookies. Questi cookie sono strettamente necessari e non possono essere disattivati.
  • woocommerce_cart_hash
  • woocommerce_items_in_cart

Monitoriamo in maniera del tutto anonima i visitatori di questo sito con lo scopo di avere un resoconto sul nostro lavoro e per migliorare sia il nostro sito sia il nostro servizio.
  • _ga
  • _gid
  • _gat


Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Torna su